Vota il progetto

I laboratori del FabLab Parma

pubblicato il 30-05-2016 da rossella.lombardozzi@gmail.com in Parma

CHI SIAMO
Ciao a tutti! Siamo Rossella, Leonardo, Aljosa e Giovanni dell’Associazione di Promozione Sociale ON/OFF. Abbiamo la nostra sede all’interno del Centro Polifunzionale “Casa nel Parco” in Strada Naviglo Alto 4/1 a Parma.
Insieme alla Cooperativa Sociale Onlus Gruppo Scuola, gestiamo “Officine On/Off”, un progetto e uno spazio promosso dal Comune di Parma nato per sostenere l’occupabilità e l’autoimprenditorialità giovanile attraverso diversi strumenti innovativi. Uno di questi è la fabbricazione digitale, ovvero il processo grazie al quale è possibile creare oggetti solidi e tridimensionali partendo da disegni digitali, utilizzando macchinari e strumenti specifici (come stampanti e scanner 3D, macchine al taglio laser, frese a controllo numerico, schede elettroniche e microprocessori).
Presso il nostro laboratorio (il “FabLab”, che abbreviato in inglese significa appunto “Laboratorio di Fabbricazione Digitale”), uno studente di architettura può venire a realizzare il suo modellino, un ragazzo può imparare a creare il suo primo circuito elettronico e mettere in connessione tra loro più dispositivi, mentre chiunque può farsi stampare una protesi ortopedica o la manopola di un armadio non più in commercio, o farsi tagliare al laser oggetti tra i più diversi (dal compensato alla pelle, da una semplice scatola a un supporto per il computer). Il tutto in poco tempo (rispetto ai tradizionali tempi di prototipazione) e a costi contenuti.

COSA VOGLIAMO FARE
Ma il taglio, la stampa e la fresatura non sono altro che mezzi e strumenti che ci aiutano a perseguire un unico grande obiettivo a lungo termine: diventare un vero e proprio servizio per il territorio e la Comunità, e farlo partendo dai giovani, anzi dai giovanissimi. Dalla sua apertura al pubblico (16 gennaio 2016), il FabLab Parma ha già ospitato e organizzato decine e decine di laboratori formativi rivolti agli alunni delle scuole del territorio e ai ragazzi dei centri di aggregazione giovanile della città (dalla primaria fino alla quinta superiore), così come a gruppi informali di giovani. Quello che vorremmo è quindi continuare a farlo e sempre meglio, in maniera gratuita e aperta. Per riuscirci abbiamo bisogno di sostenitori per acquisire materiali e attrezzature idonee per garantire e la fruibilità a sempre più giovani: ottenerli tramite questo bando, ci consentirebbe di farci conoscere, partire il prima possibile con la nuova programmazione e accogliere ragazzi non solo del quartiere ma di tutta la città!

IL METODO
Oltre a contribuire all’acquisizione di conoscenze e competenze tecniche specifiche (come stampare un oggetto in 3D e tagliarlo al laser o come costruire circuiti e dispositivi elettronici, etc.), l’approccio educativo utilizzato nei laboratori, quello “do it yourself” (fai da te) e “open source” (sorgente aperta), si basa sulla sperimentazione, sull’imparare sbagliando e sulla creazione e condivisione di contenuti adattabili alle proprie esigenze e poi fruibili da altre persone che potranno modificarli nuovamente (e così all’infinito). Oltre alla mera fabbricazione dell’oggetto, cerchiamo di insegnare ai ragazzi (i membri attivi della società del domani) ad essere auto-imprenditivi, partendo dalle proprie passioni, e a trasmettere loro la possibilità di un futuro fattibile e “su misura”. Vogliamo lavorare, invece che sulle lacune, sulle capacità, sulle conoscenze e sulle competenze dei giovanissimi, le quali in contesti più formali difficilmente riescono a emergere. In un ambiente condiviso sempre e comunque da PERSONE, inoltre, è ormai risaputo come riescano a prendere facilmente vita e ad essere realizzati progetti di pubblica e sociale utilità, grazie all’intercettazione dal basso e a livello micro di soluzioni ai bisogni ancora non soddisfatti. Nel resto d’Europa, è proprio da laboratori come questi che vengono attivati iniziative e progetti di sviluppo di miglioramento dei servizi cittadini grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, partendo da processi di progettazione partecipata.
Contribuire alla crescita di luoghi come il FabLab significa contribuire alla crescita dell'innovazione sociale e tecnologica della tua città!

CONTATTI
www.officineonoff.com
www.fablabparma.org


Lista degli oggetti utilizzati



Per migliorare la qualità e la fruibilità dei laboratori, abbiamo bisogno del vostro aiuto per acquisire i seguenti materiali:

• Banconi da lavoro
• Kit di attrezzi per i laboratori di robotica (cacciavite, pinze, tenaglie, pelafili, etc.)
• Materiale elettrico (cavi, mammut, etc.)
• Componenti meccanici da costruzione (viti, bulloni, etc.)
• Attrezzi per la falegnameria (sega circolare, etc.)
• Dispositivi di sicurezza (guanti, mascherine, occhialini, etc.)

Quello che devi sapere


Negozio: Parma
Tempo di realizzazione: Meno di 1 mese
Persone: 4
Utente:

© Bricocenter Italia S.R.L. CF e PI 05602640962