Vota il progetto

Orti urbani in via Petrella - To

pubblicato il 30-05-2016 da gaia_bricocenter in Torino (Cigna)

La nostra Associazione/Onlus RE.TE. è nata nel 1986 per svolgere attività di cooperazione e solidarietà all’estero ed educazione e informazione alla mondialità sul nostro territorio.
Da 30 anni promuove progetti formativi, agricoli e sociali a favore di soggetti svantaggiati in alcuni paesi dell’America Latina e dell’Africa, in Bosnia Erzegovina e sul territorio piemontese. Questa azione si realizza attraverso il sostegno tecnico ed economico diretto sul posto e favorendo l’interscambio di esperienze con la realtà italiana.
Nel corso degli anni, RE.TE. ha ampliato la propria azione, estendendola dalla formazione professionale all’agricoltura familiare, alla tutela ambientale, alla protezione dell’infanzia e alla parità di genere (maggiori informazioni le puoi trovare sul nostro sito www.reteong.org).

In Barriera di Milano interveniamo da alcuni anni con attività in ambito scolastico e giovanile, organizzando momenti formativi nelle classi, sportelli di orientamento al lavoro, seminari di approfondimento su ambiente, alimentazione, diritti dei cittadini.

Dallo scorso anno ci occupiamo anche di un’area riqualificata di 1.900 mq. denominata “Il Boschetto”, compresa tra via Petrella e le scuole di via Leoncavallo, che è stata recuperata ad orti urbani e adibita a spazio di aggregazione per gli abitanti del quartiere. Ciò è stato possibile grazie all’intervento del Comitato URBAN e della Circoscrizione 6, e all’impegno della nostra associazione insieme con altri partner torinesi.
Il luogo era inutilizzato dai tempi delle urbanizzazioni degli anni Sessanta e Settanta e ricoperto da rovi ed erbacce. I lavori di pulizia e messa in sicurezza sono stati avviati nella primavera 2014, trasformando l’area in un angolo di natura e condivisione dedicato all’orticoltura urbana e alla promozione di pratiche agro-ecologiche.
Sono stati assegnati con bando pubblico 20 spazi orticoli a famiglie della zona, mentre una parte dell’area è dedicata a orti dimostrativi, utilizzati dalle scuole limitrofe per laboratori didattici su alimentazione sana ed equilibrata, cura dell’ambiente, riciclo creativo.

Vi è poi una piccola zona aperta, riparata da una tettoia, utilizzata per attività culturali e ricreative. Inoltre, vi è una casetta in legno impiegata per il ricovero degli attrezzi agricoli e come punto di ristoro, 3 micro capanni adiacenti per piccola attrezzatura ed i servizi igienici.
Il progetto che presentiamo mira a completare l’allestimento delle strutture presenti, in modo da renderle funzionali e utilizzabili nel corso di tutto l’anno, sia d’estate che d’inverno. Vuole inoltre migliorare l’estetica e la fruibilità dell’area per gli orticoltori e i ragazzi/e delle scuole che la frequentano, e per tutti i cittadini che intendono usufruirne.Beneficio per la comunità

I vantaggi per il quartiere:
L’intervento proposto contribuisce a migliorare la fruibilità del “Boschetto” da parte di tutti i cittadini che la utilizzano, siano essi gli orticoltori assegnatari dei lotti individuali, gli alunni delle scuole della zona che praticano l’educazione alimentare ed ambientale e gli altri cittadini partecipanti ad incontri e momenti ricreativi.
Il Boschetto vuole essere un luogo di aggregazione per la comunità, spazio dove condividere il tempo libero ed esperienze culturali multiple. Al Boschetto verranno infatti organizzate diverse manifestazioni, quali esibizioni musicali, performance, spettacoli teatrali, in modo da creare un punto di incontro, un contenitore di processi culturali.
Partecipazione, solidarietà di vicinato ed attenzione alle tematiche ambientali sono infatti i valori portanti dell’attività che si svolge nell’area, a favore dell’insieme degli abitanti del quartiere.
Ulteriori proposte e iniziative potranno svilupparsi su proposta di cittadini e associazioni, quali la partecipazione degli utenti della ASL di zona per svolgere attività di ortoterapia, o come punto di distribuzione/scambio di alimenti recuperati da mercati rionali e supermercati della zona, o, ancora, mercatini senza utilizzo di moneta per barattare oggetti riutilizzabili.

Lista degli oggetti utilizzati



In sintesi, i lavori da svolgere sono i seguenti:
1. Coibentare le 2 casette in legno, acquisendo i relativi materiali e gli arnesi per l’esecuzione dei lavori
2. Installare scaffalature ed armadi per gli attrezzi ed i materiali agricoli
3. Sistemare panche, ombrelloni, tavoli, sedie e fioriere per l’allestimento esterno dell’area
4. Acquisire di un tosaerba idoneo alla pulizia periodica del terreno
5. Posizionare contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti ed una bacheca informativa
cosa occorre
• Materiale di coibentazione
• Kit da lavoro (trapano, martello, cacciaviti, chiodi, colla, ecc.)
• 2 scaffalature per attrezzi orticoli (innaffiatoi, cassette x piantine, ecc.)
• 1 scaffalatura da ufficio
• 1 armadietto chiuso per prodotti detergenti (tipo 3 ante “Woodline”)
• 1 tosaerba per oltre 500 mq. di terreno con motore a scoppio idoneo
• 4 tavoli
• 4 panche
• 16 sedie
• 3 ombrelloni tipo “Banana 300”
• 1 gazebo
• 8 fioriere
• 1 set di portarifiuti
• 1 bacheca da esterno
TETTOIA, CASETTA AGRICOLA, CAPANNO AGRICOLO, BAGNI


TETTOIA
Dimensioni principali: in pianta 800x800 cm- altezza interna netta 250 cm
Composizione della struttura:
No 9 pilastri l2xl2 cm incernierati allaplatea di fondazione tramite bicchiere metallico
No 3 travature principali 10x20 cm
N' 19 travetti 4.50x12 cm
Controventi su ogni pilastro 4.50x12 cm
Copertura in tavole di spessore 20 mm
Protezione della copertura tramite guaina impermeabilizzante

Massimo carico sul tetto:
o Accidentale: neve 1.5 kNim2
' . Manutenzione: distribuito 0.50 kN/m2 - concentrato 1.2 kN.
Materiali impiegati:
o Legno: massiccio C24;
. Acciaio: Viti per legno UNIFIX - Bicchieri di base dei pilastri UNIFIX
. Tasselli di ancoraggio alla base: FISHER
o Impermeabilizzarfie di copertura: VIAPOL

Trattamenti del legno:
o Impregnate per legno alle resine vegetali e Sali di boro in acqua SOLAS FOLIA U70 (non
contiene derivati dal petrolio)
CASETTA AGRICOLA
Dimensioni principali: in pianta 1000x300 cm- altezza interna netta250 cm
Composizione della struttura:
o Pareti perimetrali e interna in tavole da}}mm
o Travetti verticali di incastro delle pareti
o Pavimentazione in legno costituita da tavolato in legno.
o Copertura in tavole di spessore 20 mm
o No 2 porte in legno 100x210 cm dotate di apertura verso l'esterno e n 2 finestre
o Protezione della copertura tramite guaina impermeabilizzante
Massimo carico sul tetto:
. . Accidentale: neve 1.5 kN/m2
o Manutenzione: distribuito 0.50 kN/m2 - concentrato 1.2 kN.
Materiali impiegati:
o Legno: massiccio C24;
. Acciaio: Viti per legno UNIFIX
o Impermeabilizzarie di copertura: VIAPOL
Trattamenti del legno:
o Impregnate per legno alle resine vegetali e Sali di boro in acqua SOLAS
contiene derivati dal petrolio)
CAPANNI AGRICOLI
Dimensioni principali: in pianta 306x150 cm- altezza intema netta 190 cm
Composizione della struttura:
o Pareti perimetrali e interne in tavole da 20mm
o Travetti verticali di incastro delle pareti
o Copertura in tavole di spessore 20 mm
/ o No 3 porte in legno 70x200 cm dotate di aperrura verso I'esterno
o Protezione della copertura tramite guaina impermeabilizzarfie

Massimo carico sul tetto:
o Accidentale: neve 1.5 kNim2
o Manutenzione: distribuito 0.50 kN/m2 - concentrato 1.2 kN.

Materiali impiegati:
o Legno:massiccio C24;
o Acciaio: Viti per legno UNIFIX
o Impermeabilizzante di copertura: VIAPOL
Trattamenti del legno:
o Impregnate per legno alle resine vegetali e Sali di boro in acqua SOLAS FOLIA U70 (non
contiene derivati dal petrolio)
BAGNI
Dimensioni principali: in pianta 500x200 cm- altezza intema netta240 cm
Composizione della struttura:
o No 2bagni separati
o Pareti perimetrali e interne in tavole da2}mm
o Travetti verticali di incastro delle pareti
o Dotazione per ogni bagno: n"1 lavabo, no 1 water con cassetta
o Impianto elettrico e idraulico
o No 2 porte antipanico 90x210 cm dotate di aperlura verso l'esterno
o Copertura in tavole di spessore 20 mm
o Protezione della copertura tramite guaina impermeabilizzante
Massimo carico sul tetto:
o Accidentale: neve 1.5 kN/m2
o Manutenzione: distribuito 0.50 kN/m2 - concentrato 1.2 kN.
Materiali impiegati:
o Legno: massiccio C24;
. Acciaio: Viti per legno UNIFIX
o Impermeabilizzante di copertura: VIAPOL
Trattamenti del legno:
o Impregnate per legno alle resine vegetali e Sali di boro in acqua SOLAS FOLIA U70 (non
contiene derivati dal petrolio)

Quello che devi sapere


Negozio: Torino (Cigna)
Tempo di realizzazione: tra luglio e agosto 2016. Foto e commenti relativi ai lavori realizzati saranno posti sul sito dell’associazione: www.reteong.org
Persone: Le attività saranno svolte da un gruppo di almeno 6 volontari
Utente:

© Bricocenter Italia S.R.L. CF e PI 05602640962